Il corpo del giornalista Khashoggi sarebbe stato bruciato in un forno

Il corpo di Jamal Khashoggi è stato “probabilmente bruciato in un grande forno nella residenza del console generale saudita a Istanbul”. E’ stata la tv satellitare ‘al-Jazeera’ a rivelare, durante un servizio trasmesso nelle ultime ore, nuovi dettagli sul brutale omicidio dell’editorialista saudita del ‘Washington Post’, ucciso il 2 ottobre scorso nel consolato saudita a Istanbul.  Il corpo di Khashoggi non è mai stato ritrovato. Secondo la ricostruzione di ‘al-Jazeera’, nel forno – capace di raggiungere temperature tanto elevate da consentire la fusione di metalli – sarebbe poi stata cucinata della carne “per nascondere” quanto avvenuto.

Condividi:
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *