Capi contraffatti e sequestro di denaro, l’operazione della Guardia di finanza di Torino

Migliaia di euro nascosti nelle fodere dei cappotti sono stati trovati dalla Guardia di finanza di Torino in un magazzino della città gestito da un imprenditore cinese. Oltre alle mazzette di denaro, per un valore di oltre 170mila euro, le fiamme gialle hanno sequestrato 20mila capi contraffatti e 125mila etichette false. L’operazione ha portato alla denuncia di tre imprenditori cinesi per frode in commercio, reati contro l’industria ed il commercio, contraffazione marchi e ricettazione. Durante i controlli, i finanzieri hanno trovato anche sette apparecchiature industriali per confezionare i capi d’abbigliamento, due macchinette conta soldi professionali, un milione di metri di filato per la rifinitura sui vestiti con indicazioni merceologiche fasulle. Le etichette indicavano ‘puro lino’, ma, dalle analisi scientifiche del laboratorio chimico ‘BuzziLab’ di Prato, è emerso che il tessuto era acrilico e poliammide. Le indagini della finanza proseguono per risalire alla provenienza del denaro.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *