Inchiesta della Procura sul presunto episodio di razzismo all’ospedale di Mercato San Severino (Salerno), il giovane 20enne aveva denunciato l’episodio con un video sui social

Sarà la procura di Nocera Inferiore a fare chiarezza sul presunto episodio di razzismo che si sarebbe consumato nell’ospedale di Mercato San Severino. I fatti si riferiscono a quanto accaduto domenica scorsa quando  Souleymane Rachidi, il ventenne della Costa D’Avorio, sarebbe stato offeso da un’infermiera dell’ospedale Fucito di Curteri. «Non ti devi far vedere più. Devi morire, devi morire». Queste le frasi udite nel video registrato e diffuso sui social dallo stesso ragazzo, quando, adagiato sulla barella di un’ambulanza, aveva avviato la registrazione di un video nel momento in cui la donna gli avrebbe indirizzato quelle offese. Un video già acquisito dagli inquirenti, con l’indagine condotta dal sostituto Anna Chiara Fasano e dal procuratore Antonio Centore.

Lo scrive Il Mattino oggi in edicola. Al momento non ci sono indagati. Le ipotesi di reato potrebbero essere quelle di omissione d’atti d’ufficio aggravata dall’odio razziale. L’Azienda Ospedaliera Universitaria aveva comunicato che non si era trattato di un episodio di razzismo e che le parole pronunciate dall’infermiera sarebbero state indirizzate ad un collega. (Rassegna stampa – Salernonotizie)

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *