Il Pakistan abbatte due caccia indiano e arresta un pilota, gli aerei da guerra avevano oltrepassato la linea di controllo che divide il Kashmir

Il Pakistan ha annunciato di avere abbattuto due caccia indiani che erano entrati nel suo spazio aereo nel Kashmir e di avere arrestato un pilota che si era paracadutato a terra. Il portavoce delle forze armate pakistane, il generale Asif Ghafoor ha riferito che gli aerei da guerra indiani avevano oltrepassato la Linea di controllo (LoC) che divide il Kashmir sotto l’amministrazione indiana da quello controllato da Islamabad. In un tweet, Ghafoor ha affermato che uno dei caccia abbattuti è precipitato nella zona pakistana, mentre l’altro in quella indiana. Un pilota indiano è stato arrestato dai militari pakistani, mentre altri due si trovano ancora nell’area. Un portavoce del ministero degli Esteri pakistano ha invece riferito che “l’unico scopo dell’azione militare era dimostrare il nostro diritto, la nostra volontà e capacità di auto difesa”.

Il portavoce ha aggiunto che il Pakistan “non intende” arrivare ad un escalation della situazione, ma è “pienamente preparato, se costretto”. Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha esortato i ministri degli Esteri di India e Pakistan, Sushma Swaraj e Shah Mehmud Qureshi, ad “evitare azioni militari”. A renderlo noto è stato lo stesso Pompeo – attualmente in Vietnam per il vertice tra Kim Jong Un e Donald Trump – con un comunicato divulgato dai Dipartimento di Stato. “Ho comunicato ai due ministri che esortiamo India e Pakistan ad agire con moderazione ed evitare una escalation a qualunque costo”, ha affermato. “Li ho anche esortati a dare priorità alla comunicazione diretta evitando nuove attività militari”, ha aggiunto.

Condividi:
  • 9
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *