Rapinatore arrestato dalla polizia a Napoli, l’uomo nel 2017 insieme con un complice avevano ferito la vittima di una tentata rapina

Gli agenti della VI Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile hanno eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari emessa dall’Ufficio del GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di Antonio Macor, di 34 anni. Nella notte di settembre del 2017 a Piazza Carità una Volante aveva notato una persona sanguinante al volto, che poco prima era stata vittima di una tentata rapina. In particolare due uomini armati si erano avvicinati a bordo dello scooter alla vittima tentando di rapinarla dell’incasso del suo ristorante. Alla sua reazione, l’uomo veniva colpito ripetutamente alla testa con il calcio della pistola e con un coltelo al polpaccio della gamba destra. Le immediate indagini degli agenti della Squadra Mobile, sostenute in particolar modo dall’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza, hanno consentito all’Autorità Giudiziaria di emettere il provvedimento restrittivo che è stato notificato al napoletano. Macor è indagato per i reati in concorso di tentata rapina, lesioni aggravate, detenzione illegale di armi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *