Un 42enne di Caserta arrestato dai carabinieri: è accusato di essere l’autore del duplice omicidio stradale con la morte di due ciclisti travolti a Teverola

La caccia al pirata della strada era andata avanti tutto il giorno. E nella nottata i carabinieri della Stazione di Teverola hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per omicidio stradale, emesso dal pm Paolo Martinelli della procura di Napoli Nord, a carico di un 42enne di Caserta, Antonio Corvino. L’indagine, svolta anche in collaborazione con la polizia, ha raccolto concreti indizi di colpevolezza a suo carico per il duplice omicidio stradale avvenuto sulla strada statale 7bis a Teverola; alle 3 del mattino due extracomunitari regolari in Italia, un 20enne della Guinea e un 19enne del Senegal, sono stati investiti, mentre erano in bicicletta, da una Bmw X3 guidata da Corvino. L’auto, trovata in una carrozzeria di Caserta, e’ stata sottoposta a sequestro e a rilievi tecnici.

Il 42enne e’ stato rintracciato a Caserta ed e’ ora nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Corvino e’ gia’ noto alle forze dell’ordine e gli inquirenti lo stanno ancora ascoltando per ricostruire nel dettaglio la dinamica di quanto accaduto. L’indagine e’ stata particolarmente complessa dato che non c’erano testimoni dell’incidente, ne’ telecamere in zona. I militari dell’Arma hanno proceduto essenzialmente in base ai rilievi e alle tracce di vernice presenti sulle bici, attuando poi un’attivita’ di controllo capillare in tutte le autofficine del territorio.

Condividi:
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *