1
OGGI: 21/11/2018 09:37:54 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capriwatch, Vacanze a Capri
youtube
Facebook
twitter
RSS
1
 
CRONACA
Catacombe di San Gennaro, mobilitazione di istituzioni e cittadini che espongono cartelli in strada. L'appello ai ragazzi che lavorano nel sito: "Lottate contro l'abuso"



09/11/2018 - Dopo che il Vaticano batte cassa e chiede la metà degli incassi provenienti dai biglietti per visitare le Catacombe di S. Gennaro a Napoli, si mobilitano istituzioni e cittadini. Inviata a Papa Francesco una lettera firmata e una raccolta di firme sottoscritta da duemila personalità cittadine. Che ne sarà del sito archeologico se davvero dovesse andare in porto la richiesta di versare il 50 per cento degli incassi al Vaticano, come prevedeva la convenzione in vigore? Accanto alla lettera, anche una raccolta firme, per ampliare le adesioni e, il primo a sottoscriverla è stato Luigi de Magistris, sindaco di Napoli. In base alla convenzione in scadenza nel luglio prossimo, la metà degli incassi provenienti dalla vendita dei biglietti sarebbe dovuta andare al Vaticano, cosa che non è avvenuta. L'ammontare da versare si aggirerebbe intorno ai 700mila euro, una richiesta che mette a rischio il 'modello Sanità'.

«Le richieste economiche della Commissione Pontificia non possono essere condivise - scrivono - quanto meno nell'entità, perché determinerebbero la fine di questa straordinaria esperienza». La fine, cioè, del 'modello Sanità', un progetto che da un gruppo di ragazzi è arrivato all'intero quartiere «portando ricadute economiche importanti» in una zona difficile. «Rivolgiamo a Sua Santità un accorato appello - è la richiesta - perché la Commissione Pontificia di Archeologia Sacra sappia rivedere le proprie richieste riconoscendo il valore sociale e simbolico della rinascita delle Catacombe di San Gennaro e quindi del Rione Sanità. Siamo sicuri che, anche nel rispetto delle regole del Vaticano, si possano trovare soluzioni idonee a garantire il prosieguo di questa straordinaria esperienza che è innanzitutto sociale e umana». «La Commissione Pontificia di Archeologia Sacra ha rivendicato il 50% degli incassi delle Catacombe di San Gennaro di Napoli, che da alcuni anni sono affidate alla gestione di una cooperativa di giovani del Rione Sanità di Napoli».

Mettono in chiaro, i promotori della lettera, che non è compito loro «entrare nel merito di questioni formali, ma sentiamo il dovere di fornire alcuni elementi di riflessione per rivedere questa richiesta che appare economicamente insostenibile». E così ripercorrono le tappe che, a partire dal 2008, hanno portato a nuova vita le Catacombe, rimaste, fino a quel momento, «un sito fortemente dimesso, degradato e scarsamente fruibile. Tant'è che gli scarsi 5mila visitatori annui erano costretti a concordare la data della visita con gli uffici della Curia di Napoli». Un fattore importante che spinse i ragazzi de La Paranza a predisporre un progetto «che convinse alcuni soggetti privati, prima di tutti Fondazione con il Sud, a sostenere un investimento iniziale di 500mila euro, risorse destinate alla realizzazione di un moderno impianto di illuminazione, alla ristrutturazione dei locali della biglietteria, all'abbattimento delle barriere architettoniche e soprattutto alla loro stessa formazione». Da quel momento, è iniziata la risalita delle Catacombe, accompagnata dal riscatto per i ragazzi del rione Sanità che lì, a poco a poco, hanno trovato un lavoro. «Dai 5mila visitatori del 2008 - sottolineano nel testo - siamo arrivati ai 100mila nel 2017 e saranno circa 150 mila nel 2018, collocando le Catacombe di San Gennaro tra i monumenti più visitati di Napoli». Ed è «grazie agli incassi della biglietteria che ad oggi la cooperativa dà lavoro a 50 giovani, tra i quali anche alcuni con trascorsi difficili, e produce le risorse necessarie per garantire al sito una adeguata manutenzione ed un costante flusso di investimenti in restauri e migliorie che in questi anni hanno superato l'incredibile cifra di 2milioni di euro».

L'esperienza delle Catacombe è considerata «a livello internazionale un modello da seguire per la valorizzazione dell'enorme patrimonio artistico di cui il nostro Paese è ricco. Quando il proprietario, che sia la Chiesa o lo Stato, non ha le risorse necessarie per gestire queste ricchezze, può essere la società civile a organizzarsi per garantirne la fruizione». L'esperienza delle Catacombe «ha interrotto l'isolamento culturale del quartiere che durava da secoli e ha generato ricadute economiche e sociali per tutti i suoi abitanti, ai quali è offerta una concreta prospettiva di comunità». «Siamo convinti che il corrispettivo più importante che i ragazzi delle Catacombe assicurano quotidianamente sia quello di rappresentare al meglio i valori di una Chiesa che sostiene la speranza attraverso scelte concrete, in grado di rispondere ai problemi economici e sociali del territorio, attraverso un uso intelligente del proprio patrimonio - proseguono - Questi valori coincidono con quelli che proprio Sua Santità diffonde fin dal giorno del suo insediamento sul soglio pontificio per migliorare il difficile mondo di questi tempi».

Si mobilita anche il quartiere e lo fa come può e sa fare. Nel Borgo Vergini, nel rione Sanità a Napoli, sono spuntati cartelli con 'messaggi' indirizzati alla Commissione Pontificia. La stessa venuta a battere cassa per gli incassi provenienti dai biglietti per visitare le Catacombe di San Gennaro, gestite dalla cooperativa La Paranza. Un ammontare che, secondo alcune stime, si aggira attorno ai 700mila euro (relativi a 10 anni di attività). Secondo una convenzione, infatti, al Vaticano sarebbe dovuto andare il 50% degli incassi dei biglietti. Cosa che non è avvenuta. "Le Catacombe erano un ce... nelle vostre mani - si legge sul cartello che un pescivendolo ha attaccato all'esterno del suo negozio - appena avete avuto il fiuto dei soldi siete usciti fuori come lupi affamati. Vergognatevi". Ai ragazzi che lavorano nelle catacombe il cartello rivolge un invito: "Lottate contro questo abuso".

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA



I NOSTRI CANALI SU YOUTUBE







Pubblicità

--NOTIZIE CORRELATE

21/11/2018 - Rogo in galleria ferroviaria Napoli-Salerno: la Procura di Nocera ha indagato per lesioni l'ingegnere del cantiere e l'amministratore unico della Salvef

21/11/2018 - Maltempo: ancora disagi in Salento pioggia, temporali e vento forte hanno causato gravi danni

21/11/2018 - Kenya: rapita volontaria italiana di 23 anni. Il sequestro sarebbe avvenuto martedì sera durante un attacco in cui sono rimaste ferite 5 persone

21/11/2018 - Terrorismo, Milano: preso un lupo solitario dellʼIsis. E' un 22enne egiziano, "Sono pronto a fare la guerra"

20/11/2018 - Arrestato dalla polizia di Benevento un nigeriano 27enne per spaccio di droga all'interno del centro di accoglienza di Castelvenere

20/11/2018 - Quindicenne rapito e torturato da coetanei a Varese, il ragazzo è stato legato a una sedia con cavi elettrici e colpito con una spranga di metallo

20/11/2018 - Operazione contro l'abusivismo a Roma, al via alla demolizione di otto ville del clan Casamonica

20/11/2018 - Maltempo, caduta una porzione del capitello dalla facciata della Reggia di Caserta. Paurosa tromba marina nel porto di Salerno

20/11/2018 - Maltempo: il Volturno tracima e travolge auto nel comune di Capriati a Volturno (Caserta), due donne salvate dai vigili del fuoco

20/11/2018 - San Giuseppe Vesuviano (Napoli), rapinavano bengalesi, i carabinieri identificano e arrestano un 20enne, il suo complice era già finito in manette

20/11/2018 - Agente accoltellato in Belgio, la procura indaga per terrorismo

20/11/2018 - Bimba nata prematura e morta in ospedale a Benevento, avviso di garanzia per i medici, non avrebbero fornito l'assistenza adeguata

20/11/2018 - Concorsi per dirigenti sanitari, 25 indagati tra Torino e Cuneo, effettuate numerose perquisizioni nell'inchiesta su presunte raccomandazioni

20/11/2018 - Maltempo: Violento nubifragio in Irpinia, allagamenti soprattutto ad Avellino, nel Casertano e nell'Agro sarnese nocerino, alberi e cartelloni divelti a Napoli per il forte vento

20/11/2018 - Instagram, bloccati like di app usate per gonfiare i follower

20/11/2018 - Camorra: pizzo alla ditta incaricata della raccolta dei rifiuti ad Afragola (Napoli), i carabinieri eseguono 5 ordinanze chieste della Direzione Distrettuale Antimafia a carico di esponenti del clan Moccia

20/11/2018 - Appalti, arrestato e posto ai domiciliari il sindaco di Capistrello (L'Aquila), altri dieci indagati tra imprenditori e professionisti

20/11/2018 - Terremoto in Slovenia, scossa di magnitudo 3.2 a Hotedrsica avvertito anche in Friuli

20/11/2018 - Milano, anziana lascia in eredità quasi 3 mln a una casa di riposo

20/11/2018 - Turchia, la Corte di Strasburgo condanna Ankara per l'arresto di Demirtas uno dei leader del partito filo-curdo

20/11/2018 - Lavoratori irregolari e condizioni igienico-sanitarie precarie, sequestrati dalle Fiamme Gialle due opifici a S. Antimo e Casandrino (Napoli)

20/11/2018 - Erano specializzati in truffe ad anziani, dopo due anni di indagini catturata una banda di napoletani in trasferta nella Capitale e in altre città, in 4 sono stati arrestati dai carabinieri

20/11/2018 - Maltempo: il sindaco di Procida bacchetta la Prefettura: "No agli allarmismi, occorre stabilire con chiarezza se ad ogni allerta meteo bisogna chiudere le scuole in automatico"

20/11/2018 - Dal prossimo anno prescrizione biennale delle bollette del gas

20/11/2018 - Maltempo, in Salento un treno investe un tronco, distrutto il carrello anteriore della motrice, nessun passeggero a bordo

20/11/2018 - Operazione antimafia dei carabinieri di Catania, un boss gestiva voti e case popolari, 17 indagati

20/11/2018 - Tromba d'aria investe un treno nel crotonese, alcuni feriti lievi. Il vento ha sballottato il convoglio e infranto finestrini

20/11/2018 - Inchiesta a Catania per un traffico illecito di rifiuti infettivi, sequestrata la nave Aquarius

20/11/2018 - 23enne arrestato dai carabinieri a Castello di Cisterna (Napoli) per detenzione di hashish cocaina e crack
 
 
SEGUICI SU TWITTER


APPROFONDIMENTO SETTIMANALE

ERUZIONE, TERREMOTO E TSUNAMI IN CAMPANIA

<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1
1
 

 


 


Pubblicita'



<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE NOTIZIE
1
1

 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633