1
OGGI: 21/11/2018 09:32:24 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capriwatch, Vacanze a Capri
youtube
Facebook
twitter
RSS
1
 
CRONACA
34 rapine e 18 furti tra Caserta, Maddaloni e nel Cosentino, cinque arresti dei carabinieri



06/11/2018 - Questa mattina nei Comuni di Maddaloni, Napoli e San Benedetto Ullano (CS), i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza dispositiva di misura coercitiva (4 custodie cautelari in carcere e 1 agli arresti domiciliari) emessa dal GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un sodalizio criminale composto da cinque persone, quattro delle quali dedite ai furti e alle rapine in abitazione, il quinto nella ricettazione della refurtiva.

In particolare, le indagini svolte hanno consentito di individuare questo gruppo come il responsabile di 34 rapine e 18 furti in abitazione, avvenuti nelle province di Casetta, Benevento, Avelline, Frosinone e Latina, dal 01 gennaio 2017 al 10 gennaio 2018, nonché individuare l’uomo che provvedeva alla ricettazione degli oggetti preziosi trafugati. L’attività d’indagine trae origine da una rapina perpetrata nella notte del 25 maggio 2017 in una abitazione di Piana di Monte Verna, Frazione Villa Santa Croce, dove 4 persone a volto coperto si introducevano forzando una porta-finestra, sorprendendo il proprietario e la famiglia nel sonno e dopo averli minacciati si impossessavano dì alcuni preziosi, dandosi poi alla fuga. La vittima riferiva che i quattro uomini parlavano con inflessione campana e non con accento straniero.

Le indagini immediatamente attivate dalla Stazione Carabinieri di Caiazzo e dirette dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere hanno permesso quindi d’identificare i responsabili della rapina ed accertare che gli stessi si erano associati per la commissione di un numero indeterminato di delitti contro la persona ed il patrimonio, attuati in tutta la Campania e nelle zone di Formia. Gli indagati, nel corso di preventivi sopralluoghi effettuati durante le ore diurne, selezionavano gli obiettivi, abitazioni isolate e occupate principalmente da persone anziane. Una volta localizzate le case e studiate le abitudini delle vittime la banda passava alla fase esecutiva. Il “palo” si occupava di accompagnare coloro che avrebbero materialmente eseguito la rapina a pochi km dall’abitazione prescelta per poi allontanarsi ed attendere il segnale per andare a recuperarli. Il gruppo operativo, solitamente composto tre o quattro persone, raggiungeva invece l’abitazione a piedi passando per le campagne ed attendeva mimetizzato che le persone all’interno andassero a dormire, agendo poi sfruttando il sonno delle stesse. Gli autori, dopo il colpo, si allontanavano passando per le campagne, eludendo in questo modo le ricerche condotte dalle forze dell’ordine, per poi farsi recuperare dal palo ad alcuni Km di distanza dal teatro dell’azione.

Nella normalità dei casi gli autori derubavano le vittime nel sonno ma nei casi in cui vi fossero tentativi di resistenza, gli indagati non esitavano ad usare violenza come avvenuto nel corso della rapina del 6 giugno 2017, consumata a Dugenta (BN), dove la reazione di una donna ha scatenato la furia del gruppo e provocato alla vittima lesioni guaribili in 30 giorni. L’attività criminale dell’associazione veniva interrotta dai Carabinieri di Caserta subito dopo una rapina consumata nel Comune di Dugenta (BN), in data 10 gennaio 2018, ai danni di una donna anziana che si trovava da sola all’interno della sua abitazione. Nella circostanza, i quattro autori, si erano impossessati violentemente della fede nunziale e di altri monili custoditi in casa, venendo successivamente bloccati e tratti in arresto mentre a bordo dell’autovettura facevano ritomo a Maddaloni. Nella circostanza i militari hanno recuperato la refurtiva trafugata nel corso della rapina che è stata poi restituita alla vittima.

L’indagine ha inoltre consentito di risalire all’attività “Compro Oro”, sita a Napoli in via Scialoia, presso la quale venivano ricettati i preziosi sottratti. Nei confronti del titolare dell’attività, perfettamente a conoscenza della provenienza illecita dei gioielli, il GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA



I NOSTRI CANALI SU YOUTUBE







Pubblicità

--NOTIZIE CORRELATE

21/11/2018 - Rogo in galleria ferroviaria Napoli-Salerno: la Procura di Nocera ha indagato per lesioni l'ingegnere del cantiere e l'amministratore unico della Salvef

21/11/2018 - Maltempo: ancora disagi in Salento pioggia, temporali e vento forte hanno causato gravi danni

21/11/2018 - Kenya: rapita volontaria italiana di 23 anni. Il sequestro sarebbe avvenuto martedì sera durante un attacco in cui sono rimaste ferite 5 persone

21/11/2018 - Terrorismo, Milano: preso un lupo solitario dellʼIsis. E' un 22enne egiziano, "Sono pronto a fare la guerra"

20/11/2018 - Arrestato dalla polizia di Benevento un nigeriano 27enne per spaccio di droga all'interno del centro di accoglienza di Castelvenere

20/11/2018 - Quindicenne rapito e torturato da coetanei a Varese, il ragazzo è stato legato a una sedia con cavi elettrici e colpito con una spranga di metallo

20/11/2018 - Operazione contro l'abusivismo a Roma, al via alla demolizione di otto ville del clan Casamonica

20/11/2018 - Maltempo, caduta una porzione del capitello dalla facciata della Reggia di Caserta. Paurosa tromba marina nel porto di Salerno

20/11/2018 - Maltempo: il Volturno tracima e travolge auto nel comune di Capriati a Volturno (Caserta), due donne salvate dai vigili del fuoco

20/11/2018 - San Giuseppe Vesuviano (Napoli), rapinavano bengalesi, i carabinieri identificano e arrestano un 20enne, il suo complice era già finito in manette

20/11/2018 - Agente accoltellato in Belgio, la procura indaga per terrorismo

20/11/2018 - Bimba nata prematura e morta in ospedale a Benevento, avviso di garanzia per i medici, non avrebbero fornito l'assistenza adeguata

20/11/2018 - Concorsi per dirigenti sanitari, 25 indagati tra Torino e Cuneo, effettuate numerose perquisizioni nell'inchiesta su presunte raccomandazioni

20/11/2018 - Maltempo: Violento nubifragio in Irpinia, allagamenti soprattutto ad Avellino, nel Casertano e nell'Agro sarnese nocerino, alberi e cartelloni divelti a Napoli per il forte vento

20/11/2018 - Instagram, bloccati like di app usate per gonfiare i follower

20/11/2018 - Camorra: pizzo alla ditta incaricata della raccolta dei rifiuti ad Afragola (Napoli), i carabinieri eseguono 5 ordinanze chieste della Direzione Distrettuale Antimafia a carico di esponenti del clan Moccia

20/11/2018 - Appalti, arrestato e posto ai domiciliari il sindaco di Capistrello (L'Aquila), altri dieci indagati tra imprenditori e professionisti

20/11/2018 - Terremoto in Slovenia, scossa di magnitudo 3.2 a Hotedrsica avvertito anche in Friuli

20/11/2018 - Milano, anziana lascia in eredità quasi 3 mln a una casa di riposo

20/11/2018 - Turchia, la Corte di Strasburgo condanna Ankara per l'arresto di Demirtas uno dei leader del partito filo-curdo

20/11/2018 - Lavoratori irregolari e condizioni igienico-sanitarie precarie, sequestrati dalle Fiamme Gialle due opifici a S. Antimo e Casandrino (Napoli)

20/11/2018 - Erano specializzati in truffe ad anziani, dopo due anni di indagini catturata una banda di napoletani in trasferta nella Capitale e in altre città, in 4 sono stati arrestati dai carabinieri

20/11/2018 - Maltempo: il sindaco di Procida bacchetta la Prefettura: "No agli allarmismi, occorre stabilire con chiarezza se ad ogni allerta meteo bisogna chiudere le scuole in automatico"

20/11/2018 - Dal prossimo anno prescrizione biennale delle bollette del gas

20/11/2018 - Maltempo, in Salento un treno investe un tronco, distrutto il carrello anteriore della motrice, nessun passeggero a bordo

20/11/2018 - Operazione antimafia dei carabinieri di Catania, un boss gestiva voti e case popolari, 17 indagati

20/11/2018 - Tromba d'aria investe un treno nel crotonese, alcuni feriti lievi. Il vento ha sballottato il convoglio e infranto finestrini

20/11/2018 - Inchiesta a Catania per un traffico illecito di rifiuti infettivi, sequestrata la nave Aquarius

20/11/2018 - 23enne arrestato dai carabinieri a Castello di Cisterna (Napoli) per detenzione di hashish cocaina e crack
 
 
SEGUICI SU TWITTER


APPROFONDIMENTO SETTIMANALE

ERUZIONE, TERREMOTO E TSUNAMI IN CAMPANIA

<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1
1
 

 


 


Pubblicita'



<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE NOTIZIE
1
1

 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633