1
OGGI: 23/10/2018 12:30:13 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capriwatch, Vacanze a Capri
youtube
Facebook
twitter
RSS
1
 
ATTUALITA
Boom di multe negli ultimi 10 anni (+81%), ma pagano in pochi. Nel 2016 soltanto il 39% degli automobilisti sanzionati ha versato quanto dovuto, e il sistema di riscossione è farraginoso e complicato



26/05/2018 - Negli ultimi dieci anni le multe per infrazioni automobilistiche hanno avuto una crescita dell'81%, ma è sceso drasticamente il numero degli automobilisti che le hanno pagate. Lo segnala la Cgia di Mestre precisando che nel 2016, ultimo anno in cui questi dati sono disponibili, ha versato il dovuto soltanto il 39% delle persone multate per infrazioni del codice della strada. Tutti gli altri non hanno eseguito il pagamento forse, ipotizzano all'Associazione artigiani e piccole imprese, per mettersi in regola soltanto in seguito, approfittando dell'introduzione della rottamazione delle cartelle avvenuta a più riprese in questi ultimi 2 anni.

La Cgia fa sapere che nel 2016 gli oltre 8mila Comuni italiani hanno disposto quasi 2,5 miliardi di euro di multe per la violazione del codice della strada, anche se poi hanno riscosso circa un miliardo (cioè il 38,8%). Rispetto a 10 anni prima, la situazione per le casse comunali è peggiorata sensibilmente. Nel 2006, infatti, a fronte di 1,3 miliardi di multe comminate, a onorarle era stato quasi il 60% dei destinatari della sanzione.

Difficile riscuotere le multe - Molto farraginoso il sistema di riscossione, aggiungono all'Associazione artigiani e piccole imprese: il risultato è che l'opera di recuperare quanto non versato è particolarmente complicata, come segnala il coordinatore dell’Ufficio studi Cgia Paolo Zabeo. "C’è la necessità di efficientare e velocizzare l’attività di recupero nei confronti di chi non paga entro i limiti di legge - spiega -, anche se è necessario che molte amministrazioni comunali si ravvedano. Gli automobilisti, e in particolar modo coloro che usano gli automezzi per ragioni di lavoro, non sono un bancomat. Pertanto, l’utilizzo degli autovelox o dei T-red, ad esempio, andrebbe regolato con maggiore attenzione, tenendo conto delle fasce orarie della giornata che, come si sa, presentano flussi di traffico molto differenziati”.

Meno feriti e meno morti sulle nostre strade - D'altra parte, il massiccio utilizzo degli autovelox avvenuto in questi ultimi anni ha contribuito, assieme alla diffusione negli autoveicoli di sistemi di sicurezza sempre più efficienti, a ridurre drasticamente il numero di feriti e di morti sulle nostre strade.

“Sicuramente – segnala il segretario della Cgia Renato Mason - il massiccio utilizzo dei rilevatori elettronici di velocità e gli alcol test hanno dissuaso molti automobilisti dal correre a velocità elevate, una delle principali cause degli oltre 3mila incidenti stradali mortali registrati in Italia nel 2016. Tuttavia, l’applicazione degli autovelox fissi e mobili andrebbe coordinata meglio, intensificandone la presenza solo nelle strade dove l’incidentalità è nettamente superiore alla media”.

Negli ultimi dieci anni sia le persone ferite sia quelle morte a seguito di incidenti stradali sono scese drasticamente. Le prime sono diminuite del 25% (332.955 nel 2006 passati a 249.175 nel 2016), le seconde del 42% (da 5.669 nel 2006 a 3.283 nel 2016). Tuttavia, l’Italia rimane ancora oggi uno dei Paesi dove il numero dei morti sulle strade è tra i più elevati d’Europa.

Riscossione ai minimi al Sud - A livello regionale la percentuale della riscossione delle contravvenzioni stradali nel Sud si attesta al 27,5%, con punte minime del 23,2% in Campania e addirittura del 18,4% in Sicilia. Sale al 34,2% nel Centro, per attestarsi al 42,9% nel Nordovest e al 56% nel Nordest. Le amministrazioni comunali più virtuose sono quelle del Friuli Venezia Giulia (65,2% di riscossione), nella Provincia Autonoma di Bolzano (74,2%) e nel Molise (74,5%).

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA



I NOSTRI CANALI SU YOUTUBE







Pubblicità

--NOTIZIE CORRELATE

17/10/2018 - Alberto Angela cittadino onorario di Pompei, ha avuto il merito di aver proiettato luce nuova sulla città

17/10/2018 - Dal 30 ottobre al via a Napoli la decima edizione dell'evento più goloso dell'anno: Chocoland, fino al 4 novembre al Vomero una delle manifestazioni più importanti del Sud Italia

17/10/2018 - Conto alla rovescia per la trentacinquesima edizione della Sagra della Castagna di Salza Irpina, si comincia venerdì con un menù tipico d’eccezione

16/10/2018 - E' morto Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft. Aveva 65 anni

15/10/2018 - Bankitalia: ad agosto cala debito pubblico, giù anche entrate

10/10/2018 - Colori pastello tossici per i bambini: sotto accusa diverse marche conosciute, ecco quali

08/10/2018 - "Tumor suppressors genes in the Cell Cycle and Cancer”: un importante seminario a Napoli ha affrontato lo studio dello sviluppo dei tumori

04/10/2018 - Tumori: Napoli capitale della ricerca, il 60% dei pazienti sconfigge la malattia. Se ne parla a Napoli in un Convegno nazionale

04/10/2018 - Torna in Campania dall'8 al 13 ottobre la settimana del benessere psicologico

04/10/2018 - Napoli ha una nuova casa editrice, nel cuore del rione Sanità nasce “Edizioni San Gennaro”

03/10/2018 - L'oncologia dal volto umano all’ospedale Monaldi di Napoli, una nuova concezione dell’accoglienza con la sala d'attesa "L'angolo del tempo"

02/10/2018 - I ricatti sessuali via web hanno raggiunto una cifra di "affari" a nove zeri. Uno studio mette in evidenza i dettagli

01/10/2018 - WhatsApp pensa a nuova funzione

26/09/2018 - Meteo pazzo e l'infuenza ne approfitta: temperature in picchiata, 120mila persone a letto

25/09/2018 - E' ufficiale, Versace diventa americana

21/09/2018 - 13enne ferito nella 'Stesa' a Napoli: il parroco di Forcella don Berselli, "Non e' più la vecchia camorra, oggi sono cani sciolti senza controllo, serve maggiore controllo del territorio'

20/09/2018 - Parte a Capri l'iniziativa "Un gelato per il basket": con l'acquisto di un cono si sosterrà la squadra di serie B femminile

19/09/2018 - Il 20 settembre l’hamburger più famoso del mondo festeggia i 50 anni e anche la Campanialo festeggia con un evento tutto solidale

18/09/2018 - Dieci anni anni fa il massacro dei sei immigrati africani a Castelvolturno per mano dei camorristi guidati da Giuseppe Setola
 
 
SEGUICI SU TWITTER


APPROFONDIMENTO SETTIMANALE

ERUZIONE, TERREMOTO E TSUNAMI IN CAMPANIA

<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1
1
 

 


 


Pubblicita'



<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE NOTIZIE
1
1

 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633